auto elettriche

Scattano le multe per i furbetti Stalli riservati alla ricarica delle auto elettriche abusivamente occupati



Auto elettriche Con il recepimento di una direttiva europea, in Italia saranno sanzionabili coloro che sostano nelle aree di ricarica,delle auto elettriche anche dopo aver terminato il “pieno” di energia.

Una questione di civiltà, ma anche una spinta per una tecnologia in rampa di lancio: le aree adibite alla ricarica dei veicoli elettrici non sono parcheggi e vanno liberate al termine della ricarica.Tesla ha già iniziato a far pagare la sosta al termine della carica nelle sue stazioni Supercharger, da domani le Forze dell’Ordine potranno far pagare, a suon di multe, l’occupazione abusiva delle colonnine anche da parte di auto elettriche che hanno terminato il pieno di energia.




auto elettricheGrazie al decreto legislativo 257/2016 entrato in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale lo scorso 13 gennaio in recepimento della Direttiva 2014/94/UE sarà possibile multare coloro che usano le aree come parcheggi.
Le sanzioni saranno di 85 euro per i veicoli a quattro ruote e di 40 euro per moto e ciclomotori, sanzione che può essere ridotta nel caso di pagamento entro cinque giorni (59,50 euro e 28 euro).
coloro che hanno terminato la ricarica e non lasciano l’area libera.Quest’ultimo caso è regolamentato dal cartello stradale nel caso di aree di ricarica fast, ma non è facilmente gestibile per le colonnine di ricarica lenta: in questo caso sarà più difficile dimostrare che un utente sta realmente usando la colonnina per la ricarica e non come parcheggio.

I proprietari di EV, che li trovano quasi sempre occupati da vetture dotate di motore termico (ma anche da auto elettriche che, una volta rifornite, non vengono spostate dai proprietari).La nuova disposizione entra in vigore il 28 gennaio

Condividi Articolo

Vota l'articolo
[Total: 0 Average: 0]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *